Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Social Network


Isciviti alla pagina Facebook dell'AISPS per aggiornamenti su sessualità, psicologia e benessere
di coppia

Ultimi argomenti
» Perdita del desiderio verso mia moglie
Sab 2 Set 2017 - 21:11 Da reino756

» Problemi sulla durata
Sab 2 Set 2017 - 21:09 Da reino756

» Seghe mentali.. o no?
Gio 17 Ago 2017 - 9:32 Da Eregox

» Vaginismo, una brava sessuologa?
Dom 6 Ago 2017 - 8:27 Da Giugioi

» Attrazione fisica e sentimentale diusgiunta
Mer 5 Lug 2017 - 16:18 Da shanti

» LEi non ha desiderio sessuale
Mer 5 Lug 2017 - 16:12 Da shanti

» Desiderio e concentrazione
Mer 5 Lug 2017 - 16:05 Da shanti

» Masturbazione e fidanzamento
Ven 30 Giu 2017 - 12:04 Da Vittoria

» Perdite pre ciclo o inizio gravidanza?
Gio 25 Mag 2017 - 20:20 Da Sere

Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Calendario Calendario

Parole chiave

virtuale  ansia  precoce  eiaculazione  sesso  

I postatori più attivi del mese

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      

Conserva e condividi l'indirizzo di AISPS Roma - Forum di Sessuologia, Psicologia e Psicosomatica sul tuo sito sociale bookmarking

Statistiche
Abbiamo 710 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Franky87

I nostri membri hanno inviato un totale di 397 messaggi in 170 argomenti

Lei mi detesta?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

070112

Messaggio 

Lei mi detesta?




Il mio e' un problema che dura da un po' tempo , con mia moglie, ed adesso dato che nella mia azienda tira una brutta aria c'e' il rischio di rimanere senza lavoro
Chi mi prende a lavorare?
Si ci sono 6 mesi di disocccupazione al 60% e poi?
Si magari a 800 euro al mese per 12 ore al giorno con un mutuo da pagare zitto e subisci perché altrimenti a casa, che cosa faccio?
Mi toccherà vendere la casa ( se hai bisogno di soldi ti danno meno , ti ricattano).
Non potrò neanche garantire un minimo di sicurezza alla mia famiglia, pagare l'asilo a mio figlio, magari lo pagherà qualcuno per me, ma sarà umiliante per lui, sapranno tutti che ha un padre che non e' in grado di mantenere la famiglia, e che sarà costretto a chiedere soldi in giro.
Mia moglie fa poche ore in una cooperativa ( assistente domiciliare senza qualifica) ed afferma che dopo che e' nato il bimbo ( adesso ha tre anni) non ha più la forza di fare questo lavoro di tristezza .
Le hanno fatto anche capire che finiti alcuni pacchetti di assistenza ( servizi che la cooperativa eroga ai malati medianti contributi regionali) se ne starà a casa.
Sta cercando di lavorare come dimostratrice a domicilio si ma questo per il momento non può considerarsi un lavoro che possa portare soldi a casa anche perchè quello che guadagna lo investe per comprare altri prodotti del campionario.
Purtroppo ha solo la licenza media e non e' che si possa fare chissa' quali lavori e forse , incomincio a pensare che lei stessa non e' in grado di fare nulla che non sia la dimostratrice a domicilio.
Sono iscritto ad un albo professionale, ho un sacco di specializzazioni, potrei valutare di aprire uno studio tecnico, oltre al lavoro, la realtà che non ci riusciro' mai perchè mia moglie, che dovrebbe essermi di aiuto, contatti clienti, ricerche internet , pubblicità verso la possibile committenza ecc ecc,insomma un lavoro di segreteria, dato che io per il momento un lavoro ce l'ho e mi occupa tutta la giornata, in realtà non gliene frega niente, si tutela dicendo che non e' in grado , non ci capisce niente, pero' se volesse , si potrebbe sforzare di imparare ma niente da fare
La mia idea era quella di aprire un piccolo studio professionale, per l'appunto, e mia moglie mi avrebbe aiutato nel lavoro di segreteria.
In famiglia sarebbero entrati un po più di soldi, io sarei stato un po' meno arrabbiato, avrei fatto qualcosa che mi dava soddisfazione , e soprattutto mia moglie non avrebbe dovuto andare a lavorare sotto padrone ed avrebbe potuto badare a nostro figlio.
A volte ho come l'impressione che faccia di tutto per boicottarmi.
Ultimamente ho fatto il corso da mediatore civile, sono iscritto alle liste regionali come responsabile del problema amianto, sto facendo le pratiche per l'iscrizione in tribunale come consulente eppure tutto cio che sa fare e' rinfacciare che ho buttato via dei soldi per specializzarmi che potevo spenderli per la famiglia.
Ma allora seguendo i suoi ragionamenti perchè uno prende la patente se poi non ha la macchina?
Il fatto e' che lei manco la prendono a fare i corsi professionali, perchè quando fa le selezioni puntualmente non le supera .
Quelle rare volte che riesco a combinare qualcosa, come lavoro extra, sono costretto a farlo la notte, invece di dormire, perchè da quando arrivo a casa fino a che mio figlio non si addormenta lui vuole solo me.
In questo intervallo di tempo mia moglie fa le pulizie di casa e si piazza davanti al computer fino circa alle 23,30 mezzanotte.
A quell'ora non riesco neanche a vederlo il computer dopo una giornata intensa cosi'.
Mentre dovrei lavorare sul farmi pubblicità , dovrebbe mia moglie aiutarmi in questo , come dicevo prima , ed invece nulla.
Lei e' depressa , esaurita , ed adesso anche io dopo questa mazzata sono a pezzi.
Purtroppo ho il brutto presentimento che ci sia qualcuno sotto che la metta contro di me.
A volte ho anche pensato che si vedesse con qualcuno perche' da un giorno all'altro e' completamente cambiata.
Tutto questo ci porta a liti ed esasperazioni, che il bimbo subisce.
Spesso mi ha detto che si è adattata a lavorare invece di venire qua e fare la signora ( poi con quali soldi?) e puntualmente mi ripete che per pochi soldi non ci va a lavorare, che piuttosto va a prostituirsi, “ testuale: a piegarsi a 90 gradi” oppure “ vado a fare bocca e culo”facendomi di fatto sentire un buono a nulla.
Queste cose le dice anche davanti a nostro figlio.
Sembra che lei viva in un mondo tutto suo, mi dice che in fin dei conti non mi ha mai chiesto nulla, vi rendete conto , ma che razza di famiglia puo' essere questa, come si possa andare avanti.
Addirittura quando a volte mi prendo la briga di interessarmi alle vicende condominiali, preventivi migliori, tecniche innovative ( ho anche la qualifica di amministratore condominiale) mi sento dire che dovrei fare l'amministratore io perche' altrimenti non si spiega perchè ho preso questa abilitazione, così almeno posso lucrare anch'io.
Tutto questo lo faccio per far spendere meno a tutti, me compreso, e poi perchè chissa' magari qualcuno si accorge di me, che sono serio e preparato.
A parte il fatto che sono in contatto con amministratori , che ovviamante non mollano dei condomini per darli a me, e poi gestire solo il mio condominio ha piu' costi che guadagni .
Basta considerare che la polizza professionale RC , obbligatoria, costa piu' di quello che puoi ricavare .
Parla lei che ovunque e' andata a lavorare e' riuscita a farsi mandare via perche non accetta critiche , , pensa che il mondo del lavoro ruoti attorno a lei, risponde sempre male ed a volte con fare provocatorio.
Stessa cosa che fa nei miei confronti , cerca sempre di attaccare briga.
A volte mi viene l'istinto di darle 2 schiaffi ben dati; come si fa con i bambini, perchè quando ragiona a quel modo non e' molta diversa da loro.
Ma non lo farò mai, non ne ho il coraggio e poi non voglio comunque farlo.
Non siamo mai riusciti a fare una pianificazione delle spese, un bilancio famigliare.
Mi sa solo contestare che non rido mai ,come se in una situazione del genere ci fosse qualcosa da gioire.
Già ora non riusciamo adesso a far fronte alle spese e rinviamo (condominio, ecc ecc) e mia mamma ci aiuta come puo' (spesa, mangiamo da lei, ci tiene il bimbo) e credete per me e' veramente umiliante e comunque non puo' aiutarci all'infinito.
Quando le dico che non posso aggiustare il suo motorino , (danni dovuti al recidivo uso improprio dello stesso e non per normale usura) perchè non ci sono i soldi mi minaccia dicendomi che allora si licenzia e dovro' mantenerla.
Come se lei portasse a casa chissà quale stipendio che il giorno dopo ha già speso e non ho mai capito come visto che tutte le volte che cerco di affrontare il problema mi risponde male e si litiga.
Non dico che li spenda per lei pero' resta il fatto che non so come li spende, inoltre recentemente ho avuto conferma del fatto che a volte mi racconti delle bugie.
Ho fatto un foglio di calcolo, sul computer, per fare il bilancio, spese, entrate, per i prossimi sei mesi, mai si e' degnata di scriverci qualcosa dentro.
Non posso fare affidamento su di lei, posso contare solo su me stesso, devo chiamare sempre io per le visite a mio figlio, lei non l'ha mai fatto, che mai si sia degnata di verificare quanto paghiamo di luce , gas, ecc, abbia mai pensato a chiedere un preventivo per un assicurazione on line, perche' non gliene frega niente, visto e considerato che pago sempre tutto io.
Va bene, continuero' a farlo io, pero' non si puo' arrabbiare se invece che uscire tutti assieme passo parte del tempo a far quadrare i conti.
L'altra mattina , piangevo come un bimbo, in bagno perche' mi ha preso lo sconforto.
La risposta sua e' stata una scenata perchè' questo mio sfogo le provoca ansia e che se ho dei problemi di andare all'ospedale a farmi curare.
La sua sentenza ,nei miei confronti, e' stata quella di una persona che gode a farsi del male, che ama essere infelice e che invece bisogna essere felici perche' abbiamo la salute, anche se avessi tutti i soldi del mondo, secondo lei, io non sarei comunque felice.
Ha pure rincarato la dose , in passato, dicendo che sta con me solo ed esclusivamente perchè non saprebbe dove andare.
La realtà e', che ci dovessimo mai separare, lei in casa , i suoi genitori, non ce la vogliono piu'.
Mio papà mi ha lasciato due soldi da parte ma questo non vuol dire che debba sperperarli per le spese di tutti i giorni, se ho bisogno di soldi una spesa imprevista, per un problema di salute per esempio, cosa faccio mi metto in mano agli strozzini?
Ho bisogno di aiuto e di comprensione, mia moglie e' esaurita e non trova nulla da fare e mi tratta sempre male, io cerco di fare il possibile , nonostante tutto le ho regalato tre rose per il compleanno , mi ha risposto che era meglio se compravo un po' di verdura
Mio figlio, ha dei problemi di comportamento, e' nervoso , alza le mani, sente la tensione che c'e' in casa.
Spero che non se ne accorgano all'asilo altrimenti sono problemi seri.
Non posso fare fronte a tutto da solo , gia' adesso sono costretto a prendere lo Xanax, sono preso dall'ansia e dalla depressione per paura di non trovare una soluzione.
Mi alzo alla mattina che non sto in piedi, sono fisicamente a pezzi, le mie gambe sono due pezzi di legno, mi metto in macchina in condizioni psicologiche precarie, vado a lavorare con i conati di vomito e devo sopportare i soprusi dei capetti che , con la scusa della crisi, ti ricattano e devi anche dirgli grazie .
Prima o poi mi verrà un bell'infarto, meno male che ho fatto la polizza caso morte
Mia mamma, suo malgrado, si trova coinvolta in tutto questo ed ha già i suoi problemi.
Da quando e' rimasta vedova sono io che mi occupo di gestire l'ordinaria amministrazione, già e' stata un impresa avere un accesso internet per il conto corrente, forse perchè mia sorella pensa che le possa rubare dei soldi, ma io non l'ho mai fatto e mai lo farò.
Visto e considerato che ho sempre gestito tutti i problemi fiscali di mia mamma non credo di chiedere chissa' cosa se pretendo di farle fare un conto che mi permetta di lavorare al meglio.
Quasi quasi, ogni volta che c'e' qualcosa da pagare dovrei prendere del permesso dal lavoro per andare a pagare le bollette.
Io saro' un orso, non faro' troppi complimenti, ma non faccio mai mancare nulla di necessario, mi sono tolto tutto , lo stadio, le rare uscite che facevo, non sono mai andato per bar oppure a sputtanarmi i soldi alle macchinette.
Le uniche frequentazioni extra lavoro sono quelle per i corsi professionali e di aggiornamento che devo fareper mantenere le qualifiche.
Con mia moglie non si può fare un discorso che subito grida , mio figlio percepisce la tensione e diventa nervoso, grida pure lui e fa scene isteriche.
Posso arrivare a sopportare tutto ma non voglio piu' vedere mio figlio cosi' nevrotico.
Non so che fare.
Ho anche pensato di prendermi dell'aspettativa dal lavoro ( con il rischio di non ritornare a lavorare) per poterlo portare da specialisti che lo possano aiutare a modificare questo comportamento.

Non voglio la compassione di nessuno , ho solo bisogno di sfogarmi e non so con chi farlo.
Di certo non posso farlo con mia moglie perchè non e' disposta ad ascoltarmi , anzi ogni volta che apro bocca non fa nulla per nascondere il suo disprezzo nei miei confronti.

laboratorista

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 07.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

Lei mi detesta? :: Commenti

Nessun Commento.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum