Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Social Network


Isciviti alla pagina Facebook dell'AISPS per aggiornamenti su sessualità, psicologia e benessere
di coppia

Ultimi argomenti
» Ha il problema con l'erezione
Gio 20 Apr 2017 - 23:36 Da LucaB

» Nessun piacere
Ven 7 Apr 2017 - 7:49 Da LucaB

» GAY: FIDANZATO MI ATTENDE A LETTO CON CANDELE ACCESE
Ven 7 Apr 2017 - 7:32 Da Mary

» Consiglio doc oppure omosessuale?
Ven 7 Apr 2017 - 7:22 Da Mary

» Rinuncia al desiderio sessuale, castrazione chimica volontaria
Sab 11 Mar 2017 - 16:39 Da Fabrizio

» Perdita del desiderio verso mia moglie
Ven 10 Mar 2017 - 23:34 Da Fabrizio

» Orgasmi involontari
Mer 8 Mar 2017 - 22:02 Da Fabrizio

» Vaginismo, una brava sessuologa?
Lun 27 Feb 2017 - 23:57 Da Galassia

» tradimento virtuale con escort trans reale
Sab 25 Feb 2017 - 10:43 Da Mary

Aprile 2017
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Calendario Calendario

I postatori più attivi del mese
Fabrizio
 
LucaB
 
Mario1010
 
Mary
 
Dario1
 
imma85
 

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di AISPS Roma - Forum di Sessuologia, Psicologia e Psicosomatica sul tuo sito sociale bookmarking

Statistiche
Abbiamo 628 membri registrati
L'ultimo utente registrato è needysilvia

I nostri membri hanno inviato un totale di 371 messaggi in 161 argomenti

Ho fatto una cosa terribile, adesso cosa faccio ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

241011

Messaggio 

Ho fatto una cosa terribile, adesso cosa faccio ?




Buongiorno, ho un grosso problema che non riesco a superare in nessun modo. Mi sento ormai perso, sfinito, non riesco a dormire ed ho un continuo vuoto allo stomaco. Il tutto deriva da questo fatto:
Premetto che mia moglie è fuori casa per uan visita all'estero dai parenti.
Una sera uscito dall'ufficio , vado a discutere di alcuni lavori con un collega e ci beviamo uno spumante. uno tira l'altro e ben presto mi ritrovo un po frastornato non essendo piu abituato a bere.
Una volta terminato il colloquio mi dirigo, verso l'ultimo incontro della giornata, presso la sede di un mio cliente vicino casa.
Per strada vedo due ragazze chiedere l'autostop e , non so perchè, ma senza pensarci mi viene di fermarmi e dargli il passaggio.
Una volta salite una delle due mi chiede dove posso portarle ed io le dico la direzione e loro accettano.
Poco dopo mi rendo conto, rinsavendo un attimo, che sono due prostitute ( il bello che ripensandoci a mente lucida , sapevo bene che sono due prostitute ) ed una delle due mi invita a "fare" qualcosa.
Io rifiuto dicendo che sono sposato e che ho una bambina. Intanto la mia mente si fa sempre piu nebbiosa ed alla fine mi ritrovo ad accettare la prestazione precedentemente offerta ricordandomi con sicurezza di aver pero usato ben 2 preservativi, uno sopra l'altro.
( per sicurezza intendo che, subito la mattina dopo, ripercorrendo il tergitto ed aggrappandomi ad alcuni ricordi del giorno prima, riesco a trovare il posto dove ci siamo fermati ed a trovare i due preservativi ancora unoi dentro l'altro )
Cosi sono sicuro di non aver avuto nessun contatto con la rpostituta scongiurando qualsiasi dubbio sulle eventuali malattie che avrei potuto contrarre.
Devo dire che ho dei ricordi molto confusi, addirittura non ricordo bene come sia successo e la via del ritorno.
Adesso sono 3 giorni che mi sto tormentando. Amo alla follia mia moglie e mia figlia ed il pensiero di cosa ho fatto mi schifa profondamente, mi vergogno, sto male e non riesco a perdonarmi la cosa....mi viene spesso da paingere pensando a loro ed il solo pensiero di aver tradito la persona che amo , che mi ama e poter perdere la mia famiglia mi terrorizza.
E' stata l'unica volta che ho tradito mia moglie e non riesco a perdonarmelo. Ogni volta che sento la sua voce cerco di far finta di niente ma ho il terrore che una volta giunta a casa scopra tutto e cambi inevitabilmente qualcosa tra noi...ho paura che , giustamente, a mia moglie ,scoprendo tutto, faccia schifo continuare a stare con me per ovvie ragioni.

Non riesco a vivere così.
Non so se dirle tutto e mettere sicuramente a repentaglio la mia situazione oppure tenermi tutto dentro e sperare che non scopra mai niente.

luca g

Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 24.10.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

- Argomenti simili
Condividere questo articolo su : Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

Ho fatto una cosa terribile, adesso cosa faccio ? :: Commenti

Messaggio il Mar 25 Ott 2011 - 13:11  Fabrizio

Secondo me visto che sei sicuro di aver abbondantemente utilizzato precauzioni non devi dire nulla e proteggere tua moglie dalla sofferenza che proverebbe nel venirne a conoscenza (sia se ti restasse a fianco sia se si allontanasse). La mia opinione è che in questi casi confessare non è per nulla altruistico e serve solo ad alleviare la coscienza... tenerti per te l'inquietudine e il senso di colpa è un gesto d'amore per la tua famiglia... col tempo peserà di meno e sarà poi acqua passata, tutto tra di voi rimarrà immutato. Non mi sembra vi siano possibilità che lei scopra qualcosa che non sei tu ad avere momenti di debolezza scaricandole tutto addosso.
Se con il passare dei giorni continui a star troppo male allora forse sarà una buona idea parlare con uno psicologo per uscirne il prima possibile... personalmente eviterei invece di parlarene con amici o conoscenti per quanto fidati perchè un giorno potresti pentirtene e sentiresti per sempre condizionato quel rapporto di confidenza.
Fatti coraggio e continua a vivere con soddisfazione la tua bella famiglia!
Fab

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mar 25 Ott 2011 - 17:14  luca g

Grazie Fabrizio, le tue parole mi danno conforto.
In effetti...alcuni flash mi stanno tornando alla mente, sono sicuro di non aver in nessun modo aver avuto un contatto con la prostituta se non attraverso i due preservativi.
L'unico rischio che mia moglie riesca a scoprire il tutto è che la prostituta, passando con l'auto mi riconosca e mi faccia qualche segno...in effetti la mia paura piu grande è che la prostituta, veda mia moglie in auto e la fermi...ma mi rendo conto che forse queste sono solo paure paranoiche...
Che ne dite ?

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mar 25 Ott 2011 - 22:35  Fabrizio

Si Luca, sono paranoie eccessive... una prostituta è normale che possa fare segni, se accadesse nei tuoi confronti non sarebbe nulla di "accusatorio", l'idea che possa fermare tua moglie è poi del tutto fuori dal mondo. D'altronde stai certo che per lei sei un cliente come un altro ed è immaginabile un numero non così modesto di frequentatori.
Quindi su questi timori tranquillizzati, per me puoi stare calmo e al sicuro in un segreto che resterà del tutto tuo.
Fab

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mer 26 Ott 2011 - 15:46  luca g

Si spesso mi rendo conto che sono paranoie eccessive...a mente fredda mi rendo conto.
Però la paura spesso le fa pensare tutte...purtroppo l'auto utilizzata quella sera è l'auto di mia moglie..e già l'altro giorno quando sono passato da quella strada per andare da un cliente della zona, al mio passaggio, la ragazza si è messa a sbracciare per salutarmi..
A volte penso che sarebbe megli ofermarmi e dirgli di non salutarmi...ma non so!!
Le paure che ho intesta ora sono molte, moltissime!!
TU mi sei comunque stato molto di aiuto per tranquillizzarmi.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mer 26 Ott 2011 - 21:18  Fabrizio

Una volta capito che da lei non torni smetterà di attirare la tua attenzione ed è d'altronde più probabile che faccia così soprattutto quando sei solo... in ogni caso se capita eviterei del tutto tentativi di giustificare il comportamento della prostituta, innervosirti o mettere in atto qualsiasi tentativo troppo visibile di convincere tua moglie che non hai a che fare con il comportamento osservato... situazioni tipo "excusatio non petita, accusatio manifesta" che mi sembrano le uniche a rischio nel poter generare sospetti.
Intanto fai il possibile per stare tranquillo nei limiti del possibile... io ti ho dato solo il mio parere da "uomo della strada" perchè so quanto è utile avere un'opinione esterna quando si è coinvolti in emozioni come le tue e difficilmente condivisibili con chi ci sta intorno e magari proprio con chi ami di più.
In bocca al lupo!

Fab

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio 27 Ott 2011 - 8:49  luca g

Grazie Fabrizio, grazie di cuore...mi hai dato un grando aiuto..con le parole spesso si riesce a fare molto!!

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum